È tempo di cambiare) Quante volte ci siamo riproposti, magari con lo scoccare del nuovo anno, di apportare dei mutamenti positivi alle nostre esistenze, e quante volte, puntualmente, abbiamo disatteso questi buoni propositi? Bene. L’occasione per cambiare è qui, ora, sotto i nostri nasi. È arrivata il momento di fare i conti con sé stessi. È arrivato il tempo di cambiare. Parliamo meno e ascoltiamo di più. Non rinunciamo ad una cena con gli amici solo perché abbiamo lavorato troppo.

Abbracciamo calorosamente, lunghi e sinceri abbracci, cuore contro cuore. Non preoccupiamoci troppo della polvere accumulata negli angoli della nostra casa e della nostra vita, basta un soffio di vento per mandarla via. Troviamo il tempo per goderci i nostri affetti. Non sprechiamo nessuna occasione e non accatastiamo sogni in un cassetto dimenticato.

Torniamo a stenderci nei prati, senza preoccuparci di macchiare, inevitabilmente, i jeans d’erba. Non pretendiamo più di essere invincibili, ci è concesso di gettare la spugna ogni tanto. Impariamo a condividere le responsabilità: “un po’; a te… un po’; a me”; Non perdiamoci dietro schermi e finte vite, create a doc per apparire ciò che non siamo. Ritorniamo ad amare il reale, il concreto, l’attimo che dura in eterno se conservato nella nostra memoria. Non dimentichiamoci più dei nostri sentimenti, celati dietro (in)distruttibili scudi. Impariamo ad amare ciò che siamo e che abbiamo, ad amare cioè il vento d’autunno che porta la tempesta così come il sole d’estate che scalda e abbronza la nostre pelli.

Quando torneremo alla nostra “normalità”, ricordiamoci che niente più sarà normale, ma tutto sarà cambiato… Inesorabilmente…

Citazione di “Anastasia Mercadante