Il silenzio trapassa l’animo umano, i pensieri si fermano in interminabili minuti, s’è sospesi nel tenero e struggente abbraccio degli occhi alla natura che ha la sua vita oltre gli uomini e le donne di qualsiasi tempo, ma è per gli uomini e le donne di tutti i tempi, ecco la musica delle immagini, l’armonia emotiva del creato che solo un Dio poteva donarci, e s’è infranto il credo  del consumare  tutto di madre natura e di madre terra. Nel silenzio, nel silenzio è trapassato l’animo umano, il paesaggio ci dà la sua parola, la sua potenza salvifica, una sua bellezza d’un pudore non proibitivo agli occhi della poesia fotografica.  Nei secoli dei secoli vi sarà un dialogo fra la totalità di madre natura e la vita, e i segni d’un eterno amore ci inondino in un generazionale patto delle coscienze nel nome di tutti i nomi e così saremo, sì, saremo  degne gocce preziose nell’immensità.

Poeta Condello Giuseppe